Addio a Robby Muller, il “maestro della luce”

Attualità, di redazione, 9 luglio 2018

Robby Muller, il direttore di fotografia olandese sopranominato “maestro della luce” è scomparso il 4 luglio. Aveva 78 anni.

Muller era diventato famoso per il suo uso innovativo della macchina da presa e l’utilizzo delle luci e dei colori naturali.

Aveva collaborato con molti registi di alto profilo come Wim Wenders, Jim Jarmusch, Lars von Trier, Alex Cox e Barbet Schroeder.

Con Wim Wenders aveva firmato la fotografia per diversi film, incluso il vincitore della Palma D’Oro Paris, Texas.

Per il suo lavoro come direttore di fotografia in Le onde del Destino e Dancer in the dark di Lars Von Trier, aveva ottenuto diversi riconoscimenti.

Con Jim Jarmusch aveva lavorato in Daunbailò, Mystery train - martedì notte a Memphis, Dead Man, Ghost Dog, e Coffee and Cigarettes.

È proprio sul set di Daunbailò che Roberto Benigni l’aveva incontrato e due anni dopo, nel 1988, lo volle come direttore della fotografia per Il Piccolo diavolo, suo terzo lavoro da regista.

Il regista Mario Canale, che per molti anni ha documentato i dietro le quinte del cinema italiano, ha ripreso quasi tutte le fasi di realizzazione del film. Dai materiali del suo archivio, ora parte dell’Archivio Luce, questo filmato di montaggio rende omaggio alla scomparsa del "maestro della luce” Robby Muller.

cinema direttore della fotografia film Robby Muller Roberto Benigni
Translate »