Mostra internazionale d’arte cinematografica

Attualità, di redazione, 29 agosto 2018

Il primo cinegiornale in archivio ad interessarsi della Mostra del Cinema di Venezia è datato 1935, siamo alla terza edizione. Il conte Giuseppe Volpi di Misurata, che della mostra era stato ideatore, assegna la Coppa Mussolini a Casta Diva come miglior film italiano e a Anna Karenina come miglior film italiano. Soltanto dal dopoguerra, con l'introduzione del Leone d'oro, il premio sarà uno solo.

Due anni dopo a essere premiato sarà il kolossal Scipione l'Africano, molto seguito nella sua realizzazione dai cinegiornali Luce. Sempre l'edizione del 1937 vedrà la vittoria come straniero di un film non tedesco, Un carnet de bal. Dal 1938, anno in cui viene premiata Leni Riefenstahl per Olympia, saranno solo lavori degli alleati ad assicurarsi la Coppa Mussolini.

 

Dagli anni Trenta agli anni Settanta la Mostra del cinema di Venezia nei cinegiornali Luce

Image is not available
Sesta Mostra del Cinema
Edda Ciano tra il pubblico
Image is not available
Goebbels a Venezia
per la Mostra del Cinema
Image is not available
Serata inaugurale della mostra
del cinema del 1939
Image is not available
Consegna dei premi alla
Biennale del Cinema del 1941
Image is not available
La Mostra del 1950
Giornate veneziane
Image is not available
Sei Leoni d'argento ma
nessun Leone d'oro
Image is not available
Tra polemiche il Leone d'oro va
a Rosi per Mani sulla città
Image is not available
Finita la guerra la Mostra
del Cinema torna a Venezia
Image is not available
Nel 1968 la contestazione arriva
anche alla Mostra del cinema
Arrow
Arrow
Slider

 

Nel 1942, in piena guerra, si tiene l'ultima edizione dell'era fascista: a vincere saranno Bengasi di Augusto Genina e Il grande re di Veit Harlan. Tra gli ospiti d'onore il ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels.

Finita la guerra la voglia di tornare a vivere prorompe. Nel 1946 la Manifestazione Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia non è numerata e quella successiva del 1947, sarà l'8. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica.

La Mostra del Cinema di Venezia in 18 scatti

Arrow
Arrow
I membri italiani della giuria del festival di Venezia, presieduta da Volpi di Misurata, assegnano le coppe a Roma, 1935
Full screenExit full screen
ArrowArrow
Slider

 

Da allora i cinegiornali seguono con molta attenzione la kermesse veneziana. Per fare solo un esempio, La settimana Incom, uscita dal 1946 al 1965, dedica all'evento ben 67 servizi, tra i quali diversi numeri unici. D'altra parte è uno dei momenti di massima mondanità che da allora si vivono in Italia. L'edizione del 1951 vede la presenza di ospiti inaspettati, come recita il titolo della Incom.

Con la diffusione della televisione l'attenzione dei cinegiornali per Venezia diminuisce sensibilmente, tanto che l'ultimo presente in archivio è un Panorama Cinematografico del 1971.

La Mostra di Mario Canale

Image is not available
Gian Luigi Rondi presenta
la Mostra del 1985
Image is not available
Kevin Costner alla Mostra
del Cinema del 1985
Image is not available
Intervista agli attori
Hugh Grant e James Wilby
Image is not available
Ettore Scola presenta
Romanzo di un giovane povero
Image is not available
Ton Cruise e Nicole Kidman
presentano Eyes Wide Shut
Image is not available
Venezia 2002 intervista al
direttore Moritz De Hadeln
Arrow
Arrow
Slider

 

Ma non è l'ultimo documento presente in archivio. Con l'acquisizione del Fondo di Mario Canale infatti anche per gli anni dagli Ottanta ai Duemila c'è un'ampia copertura.

cinema Leone d'oro Mostra del cinema di Venezia Mostra internazionale d'arte cinematografica Venezia
Translate »