L’Aquila della nostra memoria

Attualità, di redazione, 5 Aprile 2019

Sulle musiche del Benedictus della Missa Solemnis di Ludwig Van Beethooven eseguite dall'Orchestra Wiener Simphoniker e dal Coro Singverein der Besellschaft de Musikfreunde, dirette da da Herbert Von Karajan, le immagini delle chiese di San Bernardino e di Santa Maria di Collemaggio a l'Aquila e di squarci della città abruzzese in questo raro documentario del 1950.

L’Aquila e altri centri colpiti dal terremoto in foto dagli anni Venti ai Cinquanta

Arrow
Arrow
Il monumento ai caduti de L'Aquila, nella Villa Comunale, con corone di fiori deposte in occasione della ceriomonia inaugurale, 1928
Full screenExit full screen
Slider

Dieci anni fa, nella notte tra il 5 e il 6 aprile del 2009 un violento terremoto colpì L'Aquila e l'Abruzzo. In 48 ore si contarono quasi trecento scosse, delle quali la più violenta, di 6,3 gradi della scala Richter, si registrò alle 3:32 della mattina. I morti furono 309 e più di 1500 i feriti.

Con le foto della galleria in questa pagina e con il video sulla destra vogliamo ricordare L'Aquila e gli altri comuni colpiti com'erano negli anni tra i Venti e i Quaranta. Molto interessante anche navigare tra i 413 servizi audiovisivi e le 984 foto presenti nell'Archivio.

Aquila. Città di Federico II. Della fine degli anni Venti il documentario illustra i principali monumenti d’arte del capoluogo abruzzese e alcuni paesi vicini

Abruzzo Archivio Luce L'Aquila Musica classica Terremoto
Translate »