La guerra di Corea

Archivio Storico Luce Timeline, di redazione, 25 Giugno 2020

Il 25 giugno del 1950, trascorsi appena cinque anni dalla fine della Seconda guerra mondiale, il mondo si trova improvvisamente davanti a un nuovo conflitto: quel giorno di settant'anni fa, le truppe della Corea del Nord invadono la Corea del Sud, strettissima alleata degli Stati Uniti. Si aprì una delle fasi più acute della guerra fredda.

Per contrastare le truppe comuniste del Nord, su mandato del Consiglio di sicurezza dell'ONU, gli Stati Uniti con l'ausilio di una quindicina di paesi alleati, sbarcarono nella penisola coreana e agli ordini del generale Douglas MacArtur, respinsero le truppe di Pyongyang spingendosi in territorio nord coreano.

Il conflitto entrò quindi in una fase molto delicata: la Cina si schierò apertamente con la Corea del Nord mentre l'Unione Sovietica si limitò a mandare, più o meno segretamente, reparti molto moderni della sua aviazione. Il mondo si trovò improvvisamente sull'orlo di un nuovo conflitto mondiale con l'aggiunta del rischio molto concreto di utilizzo di armi nucleari, testate nell'agosto del 1945 su Hiroshima e Nagasaki, come sostenne apertamente il generale MacArtur che per questo venne rimosso dal comando delle truppe americane.

La guerra si concluse nel 1953, lasciandosi alle spalle quasi tre milioni tra morti, feriti e dispersi, moltissimi dei quali civili.

La Settimana Incom, la testata di cinegiornali più famosa di quegli anni, seguì gli avvenimenti bellici con molta attenzione. Qui sotto alcuni dei servizi che vennero dedicati alla Guerra di Corea.

La guerra di Corea attraverso le immagini de La settimana Incom

Le prime immagini di Dwight David Eisenhower in Corea

Corea del Nord Corea del Sud Guerra di Corea Guerra fredda Nazioni Unite
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
Translate »