Fernando Ezequiel Solanas

Attualità, di redazione, 9 Novembre 2020

Il 6 novembre scorso è morto il regista argentino Fernando Solanas. Regista nel suo caso è sicuramente riduttivo. Solanas infatti è stato molte altre cose: musicista, attore, creatore di fumetti, pubblicitario. Spesso da questa sua poliedricità, dalla molteplicità dei suoi interessi, sono nati i suoi film, come, tra le altre cose, spiega assai bene nell'intervista che pubblichiamo qui sotto, rilasciata in occasione della vittoria del Leone d'argento - Gran Premio della Giuria, alla Mostra del cinema di Venezia del 1985 con il film Tangos - l'esilio di Gardel.

Politicamente impegnato, è stato anche eletto deputato nel 1992, Solanas fu costretto all'esilio dal 1976 al 1983. Come dice sempre nell'intervista che segue, "L'idea [del film Tangos]  è nata nella mia esperienza di esilio in questi ultimi dieci anni, soprattutto in Francia".

Anche a lui, come all'altro grande intellettuale sudamericano Luis Sepulveda, scomparso lo scorso aprile, gli è stato fatale il Covid-19, che continua a flagellare questi nostri drammatici mesi.

Fernando Solonas parla del film Tangos - L'esilio di Gardel

Play

Slider

Fernand Solanas in Archivio

America Latina cinema Fernando Ezequiel Solanas film Tangos - l'esilio di Gardel
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
Translate »