Vittorio De Sica, il regista del neorealismo

Archivio Storico Luce Timeline, di redazione, 7 Luglio 2021

Vittorio De Sica nasce a Sora il 7 luglio del 1901. L'esordio sul grande schermo risale al 1917 mentre la sua ultima apparizione è del 1974, l'anno della sua morte, quando compare in diversi lavori tra i quali C'eravamo tanto amati di Ettore Scola.

Come regista esordisce invece con Rose scarlatte nel 1939. Nei primi anni del dopoguerra firma alcuni capolavori che rimarranno nella storia del cinema italiano: Sciuscià, Ladri di biciclette, Miracolo a Milano e Umberto D.

L'oro di Napoli, La ciociara, Il boom, Matrimonio all'italiana e I girasoli sono altri titoli che lo hanno reso uno dei registi più apprezzati del Novecento italiano.

Christian De Sica parla del padre Vittorio

Play
Slider

Il giardino dei Finzi Contini, Lo chiameremo Andrea, Una breve vacanza e Il viaggio sono le ultime quattro pellicole che firma e delle quali parla il figlio Christian nella clip che presentiamo qui sopra: racconta dell'insoddisfazione di Giorgio Bassani per la trasposizione del suo romanzo, delle incomprensioni con Nino Manfredi per il montaggio di Lo chiameremo Andrea e della fatica nel portare a termine Il viaggio dopo aver scoperto il tumore ai polmoni che lo avrebbe ucciso qualche mese dopo l'uscita del film in Italia. Vittorio De Sica muore in Francia il 13 novembre 1974: aveva compiuto 73 anni da pochi mesi.

L'intervista a Christian De Sica fa parte del materiale girato per il documentario Vittorio D. che uscì nel 2009 per la regia di Mario Canale e Annarosa Morri, i quali raccontano la vita e la carriera del regista attraverso i suoi film, immagini personali e i racconti di amici e partenti. Tra gli altri il ricordo, bello e commuovente, della figlia Emi.

Vittorio De Sica in Archivio

Christian De Sica Cinema italiano film neorealismo Vittorio De Sica
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
Translate »