Marcello Mastroianni, una bella vita

Archivio Storico Luce Timeline, di redazione, 17 Dicembre 2021

Nel 2006, in occasione del decennale della scomparsa, Mario Canale e Annarosa Mori dedicano un documentario a Marcello Mastroianni dal titolo Marcello, una vita dolce. Intervistano diversi tra amici, attori e registi che lo avevano conosciuto e con lui avevano lavorato: tra gli altri Philippe Noiret, Anouk Aimée Anita Ekberg, Anna Maria Ferrero e la figlia Chiara, che lo ricorda con le parole che possiamo ascoltare nell'intervista di apertura.

FV00038468
D360-12
D360-21
Arrow
Arrow
Marcello Mastroianni durante una scena del film Il momento più bello, 1956
Slider

Molti i cinegiornali in Archivio con Mastroianni protagonista. Si comincia nel 1955: "Il giovane Mastroianni" che riceve il Nastro d'Argento per il film Giorni d'amore di Giuseppe De Santis, ha in realtà 31 anni e soprattutto quasi trenta film alle spalle, girati a partire dal 1939 con registi del calibro di Blasetti, Camerini, De Sica, Steno, Monicelli, Risi e Lizzani, solo per fare alcuni nomi. Vero però che sta entrando nel periodo migliore della sua carriera e sta per diventare l'attore feticcio di Federico Fellini.

Tra il 1960 e il 1965 è interprete di capolavori quali La dolce vita, che vince la Palma d'oro a Cannes, Il bell'Antonio, La notte, che nel 1961 vincerà l'Orso d'oro a Berlino, Fantasmi a Roma, Divorzio all'italiana, che gli valse la candidatura agli Oscar8 e mezzo, che l'Oscar invece lo vinse nel 1964 e Ieri, oggi, domani, anche questo vincitore dell'Oscar come miglior film straniero e che a Mastroianni valse il premio BAFTA e il David di Donatello.

Marcello Mastroianni ripreso in tre fondi ancora inediti sul portale: Rocco Trabucco, Pino Settanni e Masterphoto

Arrow
Arrow
Sofia Loren bacia Marcello Mastroianni durante le riprese del film Ieri, oggi e Domani, 1963
Slider

A Los Angeles per gli Oscar Mastroianni tornò ancora due volte, nel 1978 per Una giornata particolare, il capolavoro di Ettore Scola ambientato a Roma durante la visita di Hitler in Italia nel maggio del 1938, e dieci più tardi per Oci ciornie.

Nel 1989 ancora Scola lo dirige in due film accanto a Massimo Troisi: Splendor e Che ora è mentre l'inizio del nuovo decennio lo vede protagonista dei lavori di due giovani e già affermati registi italiani: Giuseppe Tornatore con Stanno tutti bene e Francesca Archibugi con Verso sera.

Mastroianni continuò a lavorare in pratica fino alla morte, che lo colse nel dicembre del 1996, a ritmo serrato, recitando per grandi registi: da Theo Angelopolus a Robert Altman, da Agnes Varda a Wim Wnders, fino a Manoel de Oliveira il cui Viaggio all'inizio del mondo, uscì, postumo, nel 1997.

Immagini di repertorio di Marcello Mastroianni tratte da cinegiornali Luce

Marcello Mastroianni in Archivio

Anniversari cinema film Marcello Mastroianni
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
Translate »