Catalogazione

La banca dati dell’Archivio Storico Luce.

La piattaforma su cui è strutturato l’Archivio è XDams: una piattaforma di gestione documentale sviluppata interamente sul web, ideata e realizzata per il trattamento, la gestione, la fruizione integrata di archivi storici multimediali.

La catalogazione, o trattamento descrittivo, dei documenti audiovisivi è composta da diverse attività: identificazione, descrizione dei contenuti, descrizione del contesto produttivo. Questi due criteri descrittivi sono elementi importanti in archivi, che detenendo i diritti di quello che conservano, come il Luce, fanno riuso dei materiali attraverso nuove produzioni.

Il lavoro di archiviazione del patrimonio audiovisivo risponde, con particolare attenzione, ai criteri della descrizione di contenuto. Il contenuto è descritto sia in un abstract, che per sequenza, inquadratura per inquadratura. L’esperienza percorsa in 20 anni ci ha dimostrato che questo approccio analitico delle immagini è il modo migliore per favorire esigenze del settore (autori, registi, filmaker).
L’adozione del linguaggio libero, ma con indicazioni specifiche sul linguaggio cinematografico e fotografico, per rendere omogeneo il lavoro del gruppo di professionisti che si occupa dell’archiviazione, è utilissimo per la costruzione di un linguaggio controllato come sono le authority file (ovvero di uno strumento di ricerca costituito da liste di termini, descrittori/parole chiave, controllati e normalizzati, in relazione tra loro, che vanno a identificare temi, avvenimenti, concetti, enti, società, luoghi, persone).

I sistemi di information retrievial e la ricerca full text su tutti i campi della scheda, riesce a soddisfare le richieste che provengono anche da altri mondi: storici, studiosi di cinema, giornalisti, insegnanti, studenti e cinefili.

Tre sono le piattaforme: fotografica, cinematografica e documentaria.

Il modello di archivio storico adottato – in fase di archiviazione e non ancora consultabile - prevede una descrizione in più livelli in grado di rappresentare il fondo e le sue suddivisioni: ciascuna unità del complesso documentario è collocato all'interno dell'albero gerarchico.

Il modello di riferimento per la descrizione archivistica è l'ISAD.

Ai campi ISAD sono stati aggiunti altri elementi descrittivi ritenuti rilevanti per strutturare informazioni sul materiale d'archivio. L'analisi della pratica archivistica adottata da istituzioni pubbliche e private italiane ha infatti reso necessario l'adattamento della scheda xDams alle esigenze descrittive della documentazione presente negli archivi che spesso affianca al materiale cartaceo tradizionale, materiale fotografico e audiovisivo.

Ad integrazione dei campi ISAD è stata infine aggiunta una macro-sezione per la descrizione delle immagini digitali associate alla scheda.

Gli archivi fotografici permettono la gestione di singole immagini fotografiche e di collezioni fotografiche per ogni tipologia di supporto fisico (foto, dagherrotipo, immagine digitale, etc).

Per il trattamento archivistico della documentazione fotografica la piattaforma di catalogazione xDams ha mutuato ed adattato alle esigenze dell’Archivio Storico Luce il modello dati elaborato dall' Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione per la descrizione dei beni fotografici, la Scheda F (aggiornata per la struttura dati nella versione 3.00).

La scheda elaborata in xDams prevede la possibilità di trattare le immagini come unità archivistica o documentaria.  Nel primo caso si potranno inserire tutte le informazioni e le immagini digitalizzate in un'unica scheda, senza generare schede "figlie"; nel secondo caso si sceglierà di creare una scheda "madre" con unità subordinate (unità documentarie) dove raccogliere separatamente i dati di ciascuna immagine appartenente al medesimo servizio.

A ciascuna scheda descrittiva possono essere allegati uno o più file digitali visualizzabili in diversi formati.

Per il trattamento descrittivo della documentazione audiovisiva la piattaforma di catalogazione xDams ha tenuto conto delle "Cataloguing Rules For Film Archives" della FIAF, la Federazione internazionale degli archivi di film.

In assenza di un vero e proprio standard descrittivo normativo per il trattamento della documentazione delle immagini in movimento è stata elaborata una specifica DTD di riferimento coerente con il modello adottato per la descrizione dell'archivio fotografico. Gli specifici campi descrittivi previsti nelle norme FIAF sono stati "mappati" con gli elementi descrittivi del modello dati EAD.

Dalle regole FIAF è stato assunto il principio della separazione dei dati identificativi del singolo documento audiovisivo dalle informazioni di carattere tecnico su ciascuna copia di film conservata in archivio. Per il trattamento dei dati di contenuto, decisivi per l'accesso al materiale e assenti nelle norme FIAF, come scritto sopra, sono state realizzate due aree distinte: una per la descrizione dei soggetti, luoghi e persone (le chiavi di accesso), un'altra per la descrizione delle sequenze.

Anche per la descrizione del materiale di corredo, degli strumenti di ricerca utilizzati nel corso della catalogazione (circoscritta ad un generico campo di note nelle norme FIAF) è stata sviluppata in un'ampia sezione sulla documentazione collegata e complementare (fonti, unità di descrizione collegate, mostre, bibliografia, bibliografia in rete).

A ciascuna scheda descrittiva possono essere allegati uno o più file digitali visualizzabili in diversi formati.

Altri archivi audiovisivi condividono la piattaforma XDams di Istituto Luce Cinecittà srl. Ognuno con modalità specifiche: Archivio Audiovisivo Movimento Operaio, Cineteca del Friuli, Cineteca Nazionale, Arkivi Qendror Shteteror i Filmit - AQSHF), Archivio Folco Quilici.

L’Archivio della Camera dei Deputati, l’Archivio del Senato, le regioni Marche, Valle d’Aosta e Veneto hanno scelto la banca dati dell’Archivio Luce per raccontare la loro storia attraverso le immagini e le foto con pagine tematiche dedicate.

Contatti

Patrizia Cacciani:     
p.cacciani@cinecittaluce.it
tel. 0039 0672286440

Translate »