Orizzonte cinematografico (1957-1964)

Testata prodotta dalla Incom di Sandro Pallavicini, con l’obiettivo dichiarato di occuparsi in apertura di avvenimenti di cronaca politica nazionale e internazionale e su notizie d'attualità da tutto il mondo, dando invece spazio in chiusura, a eventi sportivi, culturali-artistici, moda e varietà. Gronchi, Andreotti, Segni e Kennedy sono tra i protagonisti di questi cinegiornali, mentre tra i temi la fanno da protagonista la moda, l’arte e la cronaca mondana.

Iniziano ad emergere rilevanti mutamenti nell'impaginazione dei servizi e nuove rubriche. In particolare si nota la tendenza graduale ad accorpare e sintetizzare, in una sorta di unico macro-servizio, le notizie di cronaca provenienti dall'Italia e dall'estero, mantenendo in coda moda, sport, arte e varietà. Dal 1960 sino al 1963 diventa costante lo schema seguente: "Cronaca con l'obiettivo" in apertura, seguita da "la moda", "lo sport", e "varietà". Con il 1964 subentra "Obiettivo sul mondo" a raccogliere sotto la sua intestazione ogni tipo di avvenimento.

ORIZZONTE CINEMATOGRAFICO

369 numeri

1513 servizi

Translate »