Enrico Berlinguer, il PCI, l’Italia

Archivio Storico Luce Timeline, di redazione, 25 Maggio 2022

Spesso indicato come una persona triste o comunque eccessivamente seria, cosa che lo infastidiva molto, come confessò una volta a Giovanni Minoli, Enrico Berlinguer in realtà, come si evince da diverse fotografie, sapeva ridire e divertirsi. Erano conosciute da tutti le sue passioni per il calcio e per la barca vela.

Già negli organismi dirigenti del Partito Comunista negli anni immediatamente successivi alla fine della seconda guerra mondiale, il primo servizio presente in archivio risale al 1948 quando prende parte al XXVI congresso del PSI, Berlinguer ne diventa un protagonista di primo piano dagli anni Sessanta, soprattutto dopo la crisi di Praga del 1968, che portò alla nascita de Il manifesto.

Nel 1969 viene nominato vicesegretario e tre anni dopo succede a Luigi Longo alla guida del partito raccogliendo un'eredità pesante, partita da Gramsci e passata per Palmiro Togliatti.

Nel 1975 Enrico Berlinguer porta il suo partito a un grande successo nelle elezioni amministrative, conquistando molte grandi città, tra le quali Milano, Torino, Napoli e Roma dove però si votò nel 1976 in concomitanza con le elezioni politiche anticipate nelle quali i comunisti raccolsero più del 34% dei voti, arrivando a pochi punti dalla DC. Nel 1979 si tiene il penultimo congresso del partito comunista con Berlinguer segretario, mentre dell'anno successivo è l'ultimo cinegiornale, dedicato ai referendum del 1981, con il leader sardo presente.

Dagli anni Quaranta agli Ottanta Enrico Berlinguer in 16 scatti

Berlinguer interviene al 26° Congresso del PSI, 1948
Alicata, Togliatti, Pajetta e Berlinguer ed altri dirigenti del P.C.I. durante il IX Congresso del partito, 1960
Togliatti e Berlinguer dalla tribuna del X Congresso comunista tengono in mano lo stendardo del PCUS con l'effige di Lenin, 1962
Togliatti e Longo e sulla destra Berlinguer sul palco dove siede la presidenza del X congresso del Pci, 1962
Enrico Berlinguer ripreso sul palco mentre tiene il suo discorso al X congresso del PCI, 1962
Riunione del direttivo del PCI, sulla sinistra si riconoscono un sorridente Berlinguer e Novella, seduto al centro Togliatti, 1964
Berlinguer, Togliatti e Macaluso conversano durante una riunione del P.C.I., 1964
Berlinguer e Li Causi conversano ridendo durante una riunione del P.C.I., 1964
Primo piano di Enrico Berlinguer al XX congresso della FGCI, 1975
Enrico Berlinguer sui banchi di Montecitorio accanto a Giorgio Napolitano
Enrico Berlinguer, con Alessandro Natta, riferisce ai giornalisti dopo il colloquio con il capo dello stato
Enrico Berlinguer all'uscita della Camera dei Deputati
Enrico Berlinguer e Luigi Longo durante una riunione del PCI
Enrico Berlinguer sorridente vicino a Luigi Longo durante una riunione del PCI
Enrico Berlinguer tra Chiaromonte e Libertini durante una conferenza stampa sul tema della casa, 1982
Enrico Berlinguer alla libreria Rinascita nel reparto dischi, 1982
previous arrow
next arrow
 

Il 7 giugno 1984 Berlinguer viene colto da un malore durante un comizio a Padova. Le sue condizioni appaiono subito disperate e dopo quattro giorni muore nell'ospedale della città veneta vegliato dai famigliari, dagli esponenti del partito e dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Berlinguer, il PCI e l’eurocomunismo

Enrico Berlinguer nell’Archivio

Anniversari Enrico Berlinguer Partito Comunista Italiano PCI Politica Italiana
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
Translate »