Fondo Grazia e Giustizia (1951)

Il Fondo Grazia e Giustizia fu realizzato da tre fotografi dell'Istituto Luce: Colò, Parisi e Isgrò su commissione del Ministero di Grazia e Giustizia. Lo scopo era quello di documentare la realtà degli Istituti di Prevenzione e Pena della Repubblica, con una particolare attenzione per gli Istituti Minorili, in modo da rispondere alle critiche mosse da istituzioni internazionali e alle campagne di stampa, ritenute denigratorie nei confronti della gestione dell'Amministrazione Penitenziaria. I Centri di Rieducazione per Minorenni rappresentati nel Fondo sono distribuiti su tutto il territorio nazionale e sono articolati in Case di Rieducazione, Istituti di Osservazione, Carceri Minorili e Riformatori Giudiziari, fino ad arrivare alla Nave redenzione "Garaventa", ormeggiata nel porto di Genova. Si trattava di strutture nelle quali alcune volte il confine tra intento rieducativo e assistenziale era molto sfumato e che si trovavano talvolta ad ospitare dei bambini o dei ragazzi solo perché orfani o indigenti. Anche le strutture per adulti presenti nel Fondo (circa la metà delle fotografie) rendono conto di differenti tipologie: Manicomi Criminali, Carceri Giudiziarie, Case di Reclusione, distribuite in tutta Italia. L'immagine che si trae da questi scatti fotografici è quella di una serenità fittizia e a tratti irreale, nonostante la grande forza documentaria della campagna fotografica, importante per cogliere informazioni riguardanti le condizioni di vita nelle realtà carcerarie e le scelte compiute nell'ambito dell'architettura penitenziaria rispetto al progredire della consapevolezza nei confronti del detenuto o del minore da reinserire nel contesto sociale.

Cenni storici

Il Fondo commissionato dal Ministero di Grazia e Giustizia nel 1951 è stato successivamente dimenticato nei depositi dell'Amministrazione. Nel 2001 le fotografie sono state ritrovate nell'archivio della Scuola di formazione del personale per i minorenni di Roma, durante i lavori della Commissione di sorveglianza. Per rendere di pubblico dominio un materiale così importante, sono state realizzate tre mostre (Roma, 2003; Messina, 2004; Genova, 2005), nelle quali è stata esposta una selezione delle immagini riguardanti solamente le strutture per minorenni.

Materiale conservato

Consta di 2742 immagini catalogate e visibili on line, realizzate nell'anno 1951. L'Inventario Cartaceo relativo ai negativi riporta informazioni riguardanti 2786 immagini, mentre 105 negativi , pur esistenti e catalogati, non risultano presenti nel suddetto Inventario.

FONDO GRAZIA E GIUSTIZIA

2754 foto

2828 servizi

Translate »